Battuta d’arresto tra le mura amiche per i ragazzi guidati da coach Ghidossi

SAV 2007 – Muraltese: 40-57

Niente da fare per i ragazzi di Reto Ghidossi che sabato mattina hanno ceduto alla Muraltese per 40-57.

I primi due quarti della partita sono stati abbastanza equilibrati, con i padroni di casa che sono riusciti a tenere il passo degli avversari. Una buona circolazione della palla ha permesso ai gialloverdi di compiere delle buone azioni, trovando il canestro e accumulando punti preziosi. Buono anche il lavoro in difesa, che ha tenuto a bada i sopracenerini, terminando il primo quarto quasi in perfetta parità.

Nel secondo periodo gli ospiti sono riusciti a creare un piccolo margine di vantaggio. Il lavoro, sia in attacco che in difesa, è stato più o meno costante, e i gialloverdi sono riusciti a giocarsela bene nonostante la differenza di fisicità tra le due squadre.

Dopo la pausa la Muraltese ha approfittato del suo vantaggio fisico, schierando i due giocatori più grandi nello stesso quintetto. Questo ha messo in difficoltà i nostri ragazzi, che si sono fatti prendere un po’ dal panico permettendo così ai biancorossi di allungare le distanze. Il gioco gialloverde è diventato troppo individuale, i giocatori non cercavano più i propri compagni e di conseguenza la palla ha smesso di girare. Anche in difesa non si sono più viste le belle cose che avevano caratterizzato i primi due quarti e gli avversari non hanno fatto altro che approfittare di questo momento di confusione per allungare ulteriormente.

Un problema importante è stato quello dei falli, che hanno costretto ben tre giocatori ad uscire dal campo nell’ultimo quarto. Una grande perdita in casa SAV, che proprio nel periodo finale dell’incontro sembrava aver recuperato un po’ di brio e stava tornando a giocare un buon basket. Il pallone è tornato a girare tra i compagni, che anche in difesa si erano messi a dare il 110%. Ma non è bastato per avvicinare gli avversari, che si sono portati a casa la partita con ben 17 punti di vantaggio.

Tutto sommato gli allenatori sono soddisfatti, perché si vedono dei miglioramenti anche a livello di atteggiamento in occasione delle partite. Un po’ di paura c’è ancora, ma i nostri ragazzi sono agguerriti e pronti a dare il meglio per dimostrare quanto valgono.

Bravi ragazzi! 

Hanno giocato: Giacomo 13, Christian, Nicolò, Simone 10, Efrain 8, Paolo 4, Alessandro 4, Pape Louis, Norberto 1, Leonardo.