Il derby è ancora del Vacallo

Lugano Nero – SAV 2006: 34-57

(20-36)

Si è giocato venerdì sera il derby di recupero contro il Lugano Nero terminato con una vittoria dei momò per 34-57.

La partita è cominciata in favore dei nostri ragazzi che sono riusciti subito a prendere qualche punto di vantaggio, facendo preoccupare coach Parmigiani e i suoi giocatori, vogliosi di trovare finalmente una vittoria contro questo Vacallo (3 vittorie su 3 partite giocate contro il Lugano Nero). Nonostante il leggero divario tra le due squadre, i padroni di casa non mollano, lavorando il doppio in difesa e trovandosi sempre in anticipo sui nostri. Tutto sommato però, il quarto finisce con i gialloverdi in vantaggio di 7 punti, ma la panchina non è per niente soddisfatta di come si è giocato.

All’inizio del secondo quarto la storia non cambia tanto. L’uomo con la palla sembra essere più lento dei suoi compagni, le posizioni non sono chiare e in area c’è troppa confusione. Tanti palloni sprecati, rimesse poco precise e quei maledetti tiri liberi che proprio non vogliono entrare permettono al Lugano di avvicinarsi, piazzando un parziale di 8-0 e costringendo coach Walter a chiamare un time out d’emergenza. Con le idee un po’ più chiare i nostri ragazzi riescono a reagire, iniziando a far girare meglio la palla e a difendere insieme, bloccando ogni tentativo avversario.

Per tante squadre il terzo quarto è il periodo dei disastri, dove tutto quello che di buono costruito nel primo tempo va distruggendosi. Ma questo non è il caso dei nostri ragazzi. Non importa l’andamento generale della partita, in un qualche modo nel terzo quarto i 2006 riescono sempre a mettere il turbo, come è successo anche venerdì. Il pubblico non ha avuto solo il piacere di vedere tanti canestri, ma anche un bellissimo basket. Le posizioni sono tornate ad essere chiare, i passaggi precisi e la palla praticamente circolava da sola. Passare, tagliare, scalare: le parole chiave per l’azione perfetta. E che piacere per gli occhi dei presenti!

Nell’ultimo quarto i 2006, forse un po’ stanchi dopo la lunga settimana (scuola, allenamenti e la partita di sabato scorso) si sono rilassati, permettendo ai Tigers di limitare leggermente il divario. Ma gli sforzi dei padroni di casa non sono bastati per vincere la partita. E per i nostri ragazzi il “viaggio” di ritorno da questa trasferta luganese è fatto solo di sorrisi.

Importante è l’aspetto delle relazioni che si stanno creando all’interno della squadra. I nostri ragazzi si stanno sempre di più aiutando tra loro, anche nei momenti più difficili. Un esempio è stato il time out quasi completamente silenzioso di coach Walter in un momento non proprio brillante della partita, dove i più esperti hanno iniziato a dare consigli ai compagni su quello che si poteva migliorare e quello che si sarebbe potuto cambiare. E questa maturità non può che far piacere: bravissimi ragazzi!

Hanno giocato: Alessio 6, Patrick 3, Enea C. 6, Fabio 14, Enea R. 5, Giorgia 5, Alessandro 2, Francesco, Eydam 8, Erjon 8, Carrie.